.
Annunci online

nasigoreng
Questo Blog "IS PROUDLY NOT MADE IN CHINA"


Diario


27 agosto 2007

In Morte di Bruno Trentin

Massimo rispetto per l'uomo Trentin prima di  tutto.
Due giorni fa la Rai ha intervistato Bertinotti per commemorare la morte del sindacalista.
Bertinotti ha ricordato l' attivita' sindacale, ed ha espresso la condivisione del pensiero di Trentin per una societa' Anti-Capitalista in cui gli uomini siano "LIBERI ED UGUALI".
Se questo ossimoro lo esprime un sindacalista CGIL la cosa non mi turba ma se lo dice una delle massime autorita' dello Stato mi preoccupo per i miei figli.
Auguri a tutti noi.
E poi qualcuno ha il coraggio di affermare che il Comunismo e' stato sconfitto.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da nasigoreng il 27/8/2007 alle 9:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


27 agosto 2007

La Superiorita' Morale dell'Uomo Europeo

In occasione della 400esima esecuzione capitale dal 1982 nello Stato del Texas, questo e' il messaggio inviato dal Presidente dell'Unione Europea:

"The European Union strongly urges Governor Rick Perry to exercise all powers vested in his office to halt all upcoming executions and to consider the introduction of a moratorium in the state of Texas.... 
There is no evidence to suggest that the use of the death penalty serves as a deterrent against violent crime and the irreversibility of the punishment means that miscarriages of justice, which are inevitable in all legal systems, cannot be redressed."

E questa e' la risposta del Governatore del Texas.

"230 years ago, our forefathers fought a war to throw off the yoke of a European monarch and gain the freedom of self-determination. Texans long ago decided that the death penalty is a just and appropriate punishment for the most horrible crimes committed against our citizens. While we respect our friends in Europe, welcome their investment in our state and appreciate their interest in our laws, Texans are doing just fine governing Texas."

Ah, la Democrazia ....




permalink | inviato da nasigoreng il 27/8/2007 alle 9:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


11 maggio 2007

Fahreneit empatratuslimapulusatu

link1
link2


National News - Tuesday, May 01, 2007

Yemris Fointuna, The Jakarta Post, Kupang

The East Nusa Tenggara Prosecutor's Office on Monday confiscated hundreds of elementary and high school textbooks from bookstores in Kupang, as their contents were believed to have deviated from historical material on communist teachings.

There is concern that the books have been used as a guide for school history lessons.

Carlos de Fatima, acting intelligence assistant to the East Nusa Tenggara Prosecutors' Office, said the confiscation was executed under orders from the Attorney General's Office.

"Certain contents in the books are not in line with historical facts and others are in direct contradiction with (state ideology) Pancasila and the 1945 Constitution," Carlos said.

He explained that sections of the books cover the teachings of Karl Marx as well as the teachings of Lenin, Stalin, Mao Tse Tung and others.

"The books contain teachings which are not in line with Pancasila. Moreover, communism/Marxism-Leninism is linked to the G30S/PKI coup attempt," he said.

G30S/PKI refers to a failed coup attempt on Sept. 30, 1965, blamed on the now-banned Indonesian Communist Party.

Hundreds of the books confiscated by the prosecutor's office bore photos of former Soviet Union president Michael Gorbachev. Others contained articles or photos of the Holocaust committed by Nazi Germany.

"We are concerned that the books will psychologically affect the students," Carlos said.

"The confiscated books will be burned, while those already in public circulation will be withdrawn," he said, urging the public to voluntarily hand over the banned books.




permalink | inviato da il 11/5/2007 alle 17:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


16 marzo 2007

19 Marzo: Giorno del Silenzio

http://www.indo.com/culture/nyepi.html




permalink | inviato da il 16/3/2007 alle 8:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


16 febbraio 2007

INTERVALLO




permalink | inviato da il 16/2/2007 alle 7:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


15 febbraio 2007

GLOBAL WARMING (O CLIMATE CHANGE???) ... continua

Leggevo stamattina andando al lavoro un articolo critico sulla posizione di Bjorn Lomborg (The Skeptical Environmentalist) sull'argomento.
Lomborg, nonostante non neghi la possibilita' che l'attuale aumento di temperatura abbia una componente antropica, afferma che la IPCC puo' avere esagerato questa componente non prendendo in considerazione o sottovalutando altri fattori di riscaldamento quali l'attivita' solare, radiazioni cosmiche ecc. Lomborg inoltre afferma che i soldi per arrestare l'effetto serra potrebbero essere spesi meglio.
Riporto una parte dell'articolo che mi ha colpito:

" .... For these people (gli scettici NdA), the conclusion  of a recent report from the IPCC should have come as a shock: climate change is caused by an increase in GHG (Green-House emission Gas) concentration! Hence,contrary to the skeptical environmentalists' arguments, it is now scientifically fact that climate change is due to human activities..
Now that it is become clear that climate change is caused by an increase in anthropogenic GHG concentrations, many skeptical environmentalists argue that the impacts of climate change are not that severe. ...
." L'enfasi e' del sottoscritto.

Dopo avere letto quelle affermazioni ho dovuto impormi di finire l'articolo nonostante il forte impulso proveniente dalla parte piu' primitiva del mio cervello a girare pagina.
Ho letto l'articolo di Lomborg a cui l'autore si riferisce e da nessuna parte Lomborg nega l'effetto antropico.
"Climate change IS caused" e' una affermazione a-scientifica specialmente se applicata alla climatologa;
"Scientific Fact" e' un ossimoro in questo contesto.

Queste sono le cose della diatriba che mi turbano: modelli scientifici venduti come verita' assolute (dogmi), portati avanti da una certa parte politica avversa al mercato libero e al capitalismo, il tutto condito con forti dosi di superiorita' morale. E a pensare male si fa peccato ma ci si azzecca.




permalink | inviato da il 15/2/2007 alle 3:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


13 febbraio 2007

JUNK SCIENCE

La pennichella è un toccasana per il cuore

Della serie" Cosa faremmo senza gli scienziati"?

La categoria che ne beneficia di più è quella dei maschi che lavorano

La pennichella è un toccasana per il cuore

Uno studio greco su 23mila persone dice che il riposino pomeridiano riduce il rischio cardiovascolare del 34%

La pennichella fa bene al cuore, soprattutto a quello dei lavoratori maschi. Chi «schiaccia un pisolino» pomeridiano avrebbe un rischio inferiore del 34% di morire per problemi di cuore. E a riduzione di questo pericolo arriva fino al 64% nel caso dei maschi che lavorano.
Lo indica una ricerca svolta in Grecia, da Androniki Naska del policlinico Universitario di Atene.
link
E se fosse l'Omega 3? O il feta? O le olive Kalamata?
Studio "scientifico" suppongo pagato con le tasse dei cittadini greci. E  meno male che la Scienza dovrebbe contrapporsi alla Religione nel senso di VERITA' vs. FANTASIA.
AHHH la SCIENZA!!!!
Maccheccazzo, migliaia di anni di evoluzione e siamo ancora delle bestie.




permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 17:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


13 febbraio 2007

Ancora sul GLOBAL WARMING stimolato da Matteo

Mark Steyn  in un recente articolo sul "GW" cita alcuni studi per evidenziare la variabilita' di opinioni nel mondo scientifico:
- MacMillan Reports Signs Of New Ice Age" (Sept. 18, 1924)
- "America In Longest Warm Spell Since 1776: Temperature Line Records A 25-Year Rise" (March 27, 1933)
- "Major Cooling Widely Considered To Be Inevitable (May 21, 1975)
- "Past Hot Times Hold Few Reasons To Relax About Global Warming" (Dec. 27, 2005).  link
 

Spinto dall’evidente variabilita’ delle opinioni scientifiche e dal recente post di Matteo sull’argomento, in particolare dalla sua affermazione: “ però è verità incontrovertibile  che tali modelli non riescano a stare più dietro all'esponenzialità della velocità dei cambiamenti climatici.” (Ahi, qui sta il cuore del problema)  propongo alcuni pensieri in liberta'.

Non sono un climatologo, ne’ scienziato e tantomeno un matematico, ma sono convinto che gli scienziati nei loro modelli matematici di analisi del clima e delle sue variazioni applichino un approccio di “inferenza statistica” in cui, per dirla alla wikipedia, “le probabilità... sono interpretate ...come livelli di fiducia nel verificarsi di un dato evento. “

E qui attingo ancora a wikipedia: gli statistici bayesiani sostengono che i metodi dell'inferenza bayesiana rappresentano una formalizzazione del metodo scientifico, che normalmente implica la raccolta di dati (evidenza empirica), che corroborano o confutano una data ipotesi. In questo senso, non si può mai avere certezze riguardo a un'ipotesi, ma con l'aumentare della disponibilità di dati il grado di fiducia cambia; con sufficiente evidenza empirica, diventerà molto alto (per esempio, tendente a 1) o molto basso (tendente a 0).

Alcuni statistici bayesiani ritengono che se fosse possibile assegnare alle probabilità a priori un valore oggettivo, il teorema di Bayes potrebbe essere impiegato per fornire una misura oggettiva della probabilità di un'ipotesi. Per altri, tuttavia, non sarebbe possibile assegnare probabilità oggettive; in effetti, ciò sembrerebbe richiedere la capacità di assegnare probabilità a tutte le possibili ipotesi. In alternativa (e più spesso, nel contesto della statistica bayesiana), le probabilità si considerano una misura del grado soggettivo di confidenza da parte del ricercatore, e si suppone che restringano le potenziali ipotesi a un insieme limitato, inquadrato in un modello di riferimento.

Se cosi’ fosse (cioe’ se veramente i modelli si basano sull’inferenza statistica), tutto quello di cui si sta discutendo deriva da modelli di riferimento e conoscenza a priori. E se fosse vera l’affermazione di Matteo, non ci sarebbero modelli validi di riferimento e, aggiungo, abbiamo cominciato a raccogliere dati sul clima solo negli ultimi 50-100anni (conoscenza a priori).

Come direbbe a-scientificamente l'operatore ecologico che passa sotto casa mia:  “GARBAGE IN – GARBAGE OUT”




permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 3:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


12 febbraio 2007

PENSIERI SUL "GLOBAL WARMING"

 Il post precedente voleva solo mostrare come sia paradossale (ma non troppo) che proprio quella parte politica (da Al Gore alla BBC alla nostra sinistra) che contesta alcune Religioni per il loro dogmatismo venda il “Global Warming” come verita’ altrettanto dogmatica con tanto di corollari simil-religiosi da diffondere al popolo del “Grande Fratello” attraverso una campagna di informazione di tipo terroristico-catastrofista. Ma se risaliamo alle radici culturali e agli obiettivi di questi catastrofisti la cosa non dovrebbe sorprendere.

Non avevo intenzione di postare cosa penso del Global Warming ma visto che se ne parla...


Premessa: parlare di“Cambiamento del Clima” mi sembra una gran ca**ta perche’ presuppone l’esistenza di un “Clima Costante”.

Esiste il Global Warming?
“Probabilmente” si. Siamo in una fase di riscaldamento, molti studiosi sono d’accordo, ma non tutti. La maggioranza sembra favorevole, quindi diamo un 60/40
E’ l’uomo responsabile del riscaldamento a causa delle emissioni di CO2 che creano l’effetto serra?
“E' probabile" che "in parte" lo sia, ma non tutti sono d’accordo. L’IPCC afferma di si e quindi supponiamo  che l'IPCC rappresenti l'ipotesi piu' probabile. Da notare pero' che sono stati illustrati i risultati ma le basi induttive sulla base delle quali quei risultati sono stati ottenuti saranno pubblicate "fra qualche mese" e ne vedremo delle belle. Dopotutto e' scienza e come tale confutabile. Qui l'inferenza la metterei sul 55/45 a favore del fattore antropico parziale.
E se l'uomo e' responsabile, quanto e’ responsabile?
E qui si comincia a parlare di sesso degli angeli. La risposta al quesito e’ basata su modelli matematici con 100,000 varabili. Un esempio: secondo i modelli degli anni ’80 il livello del mare si sarebbe alzato di “parecchi metri” entro il 2100. Nel 1990 l' IPCC forniva una stima di 67cm. Nel 2001 la IPCC stimava l’innalzamento a 48.5cm, in quest’ultimo rapporto si parla di 38.5cm di media. Per mettere questi numeri nella giusta ottica, durante il secolo scorso  il livello del mare si e’ alzato di circa 15cm e abbiamo continuato ad andare a farci l’aperitivo in piazza senza curarcene. Per i non addetti, la storia geologica e’ piena di innalzamenti ed abbassamenti del livello del mare. Direi l’anomalia e' un livello del mare stazionario. Niente a che vedere quindi con i catastrofismi alla Al Gore. Possiamo supporre che sia responsabile tra lo 0.0001& ed l'1% del "global warrming". Ma qui si accettano suggerimenti

 Quindi?
Secondo l”ONU, qualsiasi iniziativa mettiamo in atto per invertire il trend, cominceremo a vedere i "primi" benefici nel 2030 con proiezioni al 2100!!!! Non ho letto (non significa che non ci sia) da nessuna parte di quanto "una azione immediata" potrebbe ridurre l’aumento del livello del mare o diminuire il riscaldamento. Diciamo dall’1 al 5% che porterebbe a ridurre l'innalzamento del livello del mare da 38.5cm a 36.5cm!!!!
Quanto costera' l'azione che ci verra' imposta (la EU e' un superstato socialista che impone!!), ammesso che ci sia una componente antropica?  Le cifre esistono ma ho paura di perdermi qualche zero. E quali sono le probabilita' che si abbia il beneficio auspicato in 30-70 anni???? 
Qui ci vorrebbe un esperto di analisi Bayesiana per calcolare il valore atteso.
Gli allarmisti stimano che 1 milione di persone moriranno a casua del Global Warming entro il 2100? 10,000 persone l'anno!!!! Ma quante ne muoiono ogni anno per malaria e diarrea o AIDS???
E se adoperassimo quelle cifre da capogiro per risolvere problemi ben piu’ gravi e immediati?


Per mettere "Global Warming" in un contesto piu' "Globale" forse puo' aiutare il grafico qui sotto, ripreso da una Universita' americana. Dal grafico appare che "forse" stiamo uscendo da un periodo freddo ed entrando in una caldo. Il grafico non mostra i cambiamenti in alta frequenza, quindi stiamo discutendo di fluttuazioni all'interno di un pattern piu' ampio su cui non abbiamo alcun controllo.

Per concludere: preoccupatevi di altro e lasciate che la natura faccia il suo corso. Ammesso che abbiate qualcosa di piu' importante di cui preoccuparvi: un maldi denti, la pensione, il lavoro, la famiglia, il borseggiatore, le citta' invivibili, ecc. Se vogliamo salvare l'ambiente che ci circonda (non la Terra che se ne fa una gran pippa delle nostre azioni) cominciamo con piccole azioni come suggerito da MM nel suo bel Blog.




permalink | inviato da il 12/2/2007 alle 7:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


9 febbraio 2007

Global Warming ed il ritorno del Sacro

Via il vecchio paradigma (direbbe Matteo) della Religione con le sue regole, comandamenti, sacrifici ed espiazioni ed ecco il nuovo paradigma. Diverso, ma con le stesse basi etiche e morali, il riconoscimento di condotte considerate moralmente accettabili o riprovevoli e illecite. Lo stesso marchio (di fabbrica genetica). D’altronde modelli culturali diversi sono tutti generati dall’attivazione delle sinapsi come risposta ad analoghi stimoli ambientali; in sostanza, dopo migliaia di anni siamo le solite bestie:

 

  • 1. Il Global Warming e’ un dato di fatto. (Io sono il Signore Dio tuo e non c’e’ altro Dio all’infuori di me)
  • 2. Il Global Warming e’ causato dall’attivita’ umana, in particolare dagli americani e dalla politica di Bush (Peccato originale+superbia)
  • 3. Il Global Warming e’ ulteriormente aggravato dal nostro sistema di sviluppo. (Gola)
  • 4. Se non arrestiamo il Global Warming mettiamo in pericolo la nostra spravvivenza. (Il Giudizio Universale, L’apocalisse, il ritorno del Maadi, ecc.)
  • 5. Possiamo arrestare il Global Warming rivedendo il nostro sistema di sviluppo (l’Umilta’, la Confessione, il Pentimento) .
  • 6. Se arrestiamo il Global Warming I benefici supereranno I costi e vivremo in un mondo migliore. (Il Paradiso Terrestre)

 




permalink | inviato da il 9/2/2007 alle 10:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio       
 
 




blog letto 100527 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Junk Science
Timor Leste Watch

VAI A VEDERE

Carl Sagan

I CATTIVI
No Pasaran
Junk Science

OPINIONI
Mark Steyn
FrontPage
National Review
Opinion Journal

RELIGIONE
faithfreedom
Jihad Watch

BLOG CHE VISITO PIU' FREQUENTEMENTE
Sagredo
Esperimento
Lilit
Raccoon
La Savia di Sion
Matteo
MM






Un Blog per quelli che:

 

“Kyoto e il Global Warming”
“Not in my name”

”Meno corazzate e piu’ pane”
“Israele e’ un apartheid state”

“un altro mondo e’ possibile”
"make tea not war"

”il Papa ha fatto colazione con 9 biscottini e uno yoghurt”

A Morgana ...Grazie di Esistere

Sto leggendo:

"Trattato sulla Tolleranza"
di Voltaire


CERCA